Bandi Nazionali

Nuovo Bando: Valore Paese – Cammini e Percorsi

E’ online il nuovo Bando dell’Agenzia del Demanio “Cammini e Percorsi”  del quale abbiamo già parlato giorni fa. (qui)

Scadenza: 11 Dicembre 2017 entro le ore 12.00

Il bando punta al recupero e riuso di immobili pubblici situati lungo cammini storico-religiosi e ciclovie per farne servizi al viaggiatore lento e di animazione sociale e culturale degli itinerari scelti.

Gli immobili inseriti nel progetto saranno riutilizzati attraverso l’insediamento di nuovi usi a supporto al viaggiatore lento (turista, camminatore, pellegrino e ciclista, etc,.), di servizi d’accoglienza e di informazione turistica, nonché attività di animazione sociale, culturale e sportiva degli itinerari identificati. In considerazione delle indicazioni degli strumenti di pianificazione territoriale e urbana e di tutela vigenti, sarà possibile prevedere una gamma di nuove funzioni in coerenza con i principi del progetto, ad es. Ospitalità; Ristorazione; Vendita prodotti tipici e a km zero, enogastronomia e artigianato locale; Vendita materiale specializzato per ciclisti e camminatori; Servizi complementari specialistici (es. aree attrezzate, bike e taxi service, piccole ciclostazioni, ciclofficine, cargo food); Ufficio promozione locale, ufficio turistico, info point, presidio territoriale; Attività e manifestazioni sociali, ricreative, culturali, creativi; Servizi complementari specialistici per utenti con specifiche necessità (es. bambini, anziani, disabili, etc.) e servizi alla persona; Spazi per la formazione dedicata ai temi del turismo lento e alle professionalità di settore; Presidio e ambulatorio medico, primo soccorso, fisioterapia; Centro benessere, SPA; etc

Prima di richiedere la concessione di uno specifico luogo è possibile effettuare un sopralluogo nell’area prescelta, prenotando dal 1/09/17 al 15/10/17.

Gli immobili saranno concessi ai sensi dell’art. 11 co. 3 D.L. n. 83/2014, conv. in L. n. 106/2014, il quale prevede l’affidamento di beni pubblici a titolo gratuito a imprese, cooperative e associazioni, costituite in prevalenza da soggetti fino a quaranta anni a fronte della loro riqualificazione, riconversione funzionale e manutenzione ordinaria e straordinaria. In funzione della natura patrimoniale o demaniale presentata dall’immobile, si provvede all’affidamento rispettivamente con contratto di locazione o con atto di concessione. I concessionari/conduttori sono selezionati mediante procedura ad evidenza pubblica nella quale è riconosciuta adeguata rilevanza agli elementi di sostenibilità ambientale, efficienza energetica e valutazione dell’opportunità turistica. La concessione/locazione ha una durata di 9 anni, con decorrenza dalla stipula del relativo atto/contratto.

A garanzia di tutti gli oneri derivanti dalla concessione/locazione il contraente dovrà presentare ai fini della stipula dell’atto, la cauzione definitiva, di importo pari ad euro 18.000 (diciottomila); la cauzione dovrà essere unitaria ed avere una validità pari all’intera durata della concessione/locazione e sarà svincolata in misura pari al 20% decorso il termine di 24 mesi di cui al punto precedente.

Possono partecipare alla procedura per l’affidamento della concessione/locazione gratuita esclusivamente persone giuridiche – quali imprese, società cooperative e associazioni – con le seguenti caratteristiche:

  • costituite al momento della presentazione dell’offerta. Al fine di garantire la massima partecipazione, la data di costituzione della persona giuridica è valutata con riferimento al momento della presentazione dell’offerta. Questo significa che, per gli immobili dello Stato, si è scelto di:  escludere le persone giuridiche costituende; non prevedere un numero minimo di anni di costituzione; non richiedere che la data di costituzione della persona giuridica sia antecedente a quella di pubblicazione del bando;
  • partecipanti in forma singola o in raggruppamento;
  • costituite in prevalenza da soggetti fino a quarant’anni. Al fine di garantire la massima partecipazione, il requisito della prevalenza deve essere posseduto al momento della presentazione dell’offerta; mentre, sempre in un’ottica di massima partecipazione e al fine di individuare un termine identico per tutti i partecipanti e garantire la parità di trattamento, il requisito dell’età (non aver compiuto il 41° anno di età) è valutato con riferimento al momento della pubblicazione del bando. Possono partecipare al bando tutte le associazioni, riconosciute e non, senza limitazioni e/o vincoli riconnessi allo scopo sociale dalle stesse perseguito.

Le persone fisiche non possono partecipare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...