Eventi

Parte lo Sportello FUNDIT!

Fundit-1-e1497969111850.jpg

Si chiama “Fundit” ed è il nuovo sportello gratuito di COASTER per la ricerca di bandi per le micro e le piccole imprese e le startup. Uno servizio di orientamento fra finanza agevolata e finanza alternativa, per scoprire se e come il proprio progetto è finanziabile.

“Fundit”, per chi ha orecchio per queste cose, non lascia dubbi: found it + fund it si uniscono insieme per assonanza per darti la certezza che, a ben cercare, non esistono solo le fonti bancarie per finanziare un’impresa.

Lo sportello, in una prima fase, non richiederà prenotazione e sarà attivo il martedì mattina e il giovedì pomeriggio, con la collaborazione dei nostri coworker di PIMEGA SRLS, esperti in europrogettazione e progettazione per contributi nazionali.

Come funziona lo sportello e a chi è rivolto?

Continue reading “Parte lo Sportello FUNDIT!”

Bandi Nazionali

Resto al Sud

Scadenza: In attivazione.

Si chiama Resto al Sud la nuova misura prevista nel “decreto Sud” a sostegno della nascita e della crescita di nuove imprese giovanili del Mezzogiorno. Gestore della misura sarà Invitalia.

L’intervento agevolativo sarà rivolto ai giovani tra i 18 e i 35 anni di età residenti in Abruzzo, Molise, Sardegna, Basilicata, Puglia, Campania, Calabria che hanno costituito imprese individuali o società, comprese le cooperative, con sede legale o operativa in una di tali regioni. Possono presentare domanda anche Continue reading “Resto al Sud”

Regione Lazio

Lazio: promozione dell’export attraverso PROSPEX

Termini di partecipazione:

  • dal 5 settembre al 31 ottobre 2017 per partecipare ai PROSPEX che si attivano nel periodo compreso fra l’1 febbraio e il 31 maggio 2018;
  • dal 9 gennaio al 28 febbraio 2018 per partecipare ai PROSPEX che si attivano nel periodo compreso fra l’1 giugno e il 30 settembre 2018.

L’obiettivo di questo bando è favorire l’internazionalizzazione delle PMI consentendo loro di acquistare, con un contributo a fondo perduto del 50%, servizi qualificati offerti da operatori specializzati selezionati e inseriti in un apposito catalogo regionale di Progetti Strutturati di Promozione dell’Export, con servizi e tariffe predefinite (PROSPEX).
I destinatari delle attività che compongono i PROSPEX, e quindi i beneficiari dell’aiuto, sono Continue reading “Lazio: promozione dell’export attraverso PROSPEX”

Bandi Europei

SMEInst – Phase I

 

Scadenza 8 novembre 2017

La Fase I prevede l’elaborazione di uno studio di fattibilità al fine di verificare la fattibilità tecnologica e pratica del progetto, le attività che rientrano in questa fase sono: valutazione di rischi, studio di mercato, studio sul coinvolgimento degli utenti, gestione della proprietà intellettuale, strategia di sviluppo dell’innovazione, ricerca di partner, fattibilità del concept per stabilire il potenziale innovativo del progetto, il suo allineamento alla strategia aziendale e la dimensione europea. Durante la Fase I è necessario Continue reading “SMEInst – Phase I”

Senza categoria

Lazio Cinema International

La Regione Lazio ha indetto il Bando Lazio Cinema International con cui vengono stanziati 10 milioni di euro di fondi europei, Por-Fesr 2014-2020, a favore delle imprese del settore cinematografico e dell’audiovisivo.

Obiettivo del bando è quello di sostenere gli investimenti in produzioni audiovisive che prevedano la partecipazione delle imprese del Lazio insieme a quelle estere e promuovere una maggiore distribuzione all’estero dei prodotti che consentano una visibilità internazionale delle destinazioni turistiche del Lazio.

I beneficiari sono le PMI che devono essere già iscritte al Registro delle Imprese, essere Produttori Indipendenti e operare prevalentemente nel settore di “Attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi”.

L’intervento è finalizzato a sostenere la realizzazione di Coproduzioni, intendendo per tali:
a) Coproduzioni Cinematografiche (Film): quelle definite tali dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (“MIBACT”);
b) Coproduzioni di Altri Audiovisivi: le Altre opere audiovisive a cui è riconosciuta la nazionalità italiana e che prevedano una partecipazione di uno o più “Produttori Esteri” alla copertura dei costi di produzione, e se del caso di distribuzione, con una partecipazione al Costo industriale non inferiore al 10% a fronte, perlomeno, del diritto
di sfruttare l’opera nel proprio paese.

Sono spese ammissibili la quota parte del Costo Industriale sostenuto dal o dai Beneficiari per la Coproduzione al netto della copertura da parte di eventuali Produttori Associati o comunque oggetto di rimborso da parte di altre imprese.
Le spese relative ai Costi di Produzione sono ammesse in proporzione al rapporto tra le giornate di ripresa effettuate sul territorio del Lazio e le giornate di ripresa totali, o di lavorazione in caso di opere di animazione. I Costi indiretti sono ammessi a titolo forfettario nella misura del 7,5% dei costi per il personale sotto la linea ritenuti ammissibili. Le spese sostenute dal beneficiario per la promozione, e la distribuzione per il mercato italiano sono ammesse nel limite massimo del 10% del Costo di Produzione ammesso e l’importo cumulato con le spese relative alla promozione e distribuzione per i mercati esteri non può superare il 25% del Costo di Produzione ammesso

La dotazione finanziaria complessiva del bando ammonta a € 10.000.000 ed è stata resa disponibile su due finestre temporali:

  • la prima finestra, con una dotazione finanziaria pari a Euro 5.000.000 che si è aperta il 16 novembre 2016 ed è rimasta attiva fino al 16 febbraio 2017
  • la Seconda finestra con una dotazione finanziaria di Euro 5.000.000 che si è aperta il 30 maggio 2017 ed è attualmente attiva fino al 31 luglio 2017.

 

 

Senza categoria

PIN Pugliesi Innovativi

PIN è l’iniziativa della Regione Puglia che intende offrire ai giovani pugliesi occasioni di
apprendimento in situazione attraverso:
– il finanziamento, con un contributo di entità compresa tra 10.000 € e 30.000 €, a fondo perduto, di progetti innovativi a vocazione imprenditoriale e ad alto potenziale di sviluppo locale;
– l’erogazione di servizi di accompagnamento e rafforzamento delle competenze a supporto della progettazione, della realizzazione e del follow-up dei medesimi progetti.

PIN supporta la sperimentazione e la realizzazione di progetti a vocazione imprenditoriale nei seguenti ambiti di intervento:
a) Innovazione culturale (es: valorizzazione del patrimonio ambientale, culturale e artistico; turismo; sviluppo sostenibile etc.)
b) Innovazione tecnologica (es: innovazioni di prodotto e di processo o organizzative; nuovi media e comunicazione; nuove tecnologie etc.)
c) Innovazione sociale (es: servizi per favorire l’inclusione sociale, il miglioramento della qualità della vita, l’utilizzo di beni comuni etc.)

Possono presentare progetti tutti i giovani cittadini (italiani e stranieri), organizzati in gruppi informali composti da un minimo di 2 persone, in possesso dei seguenti requisiti:

– residenti in Puglia alla data di presentazione della domanda;
– che abbiano compiuto i 18 anni di età e che non abbiano compiuto i 36 anni di età alla
data di presentazione della domanda;
– in possesso dei requisiti previsti dalla legge per l’ammissione ai contributi pubblici;
– che non siano già stati vincitori degli Avvisi della Regione Puglia “Principi Attivi”, “Principi Attivi 2010”, “Principi Attivi 2012”, “PIN” avendo effettivamente beneficiato del finanziamento a seguito della stipula dell’Atto di impegno e Regolamentazione tra la
Regione Puglia e il soggetto giuridico da essi stessi costituito.

In caso di approvazione del progetto, per ottenere il contributo, i gruppi informali si impegnano a costituire un nuovo soggetto giuridico a propria scelta (società, associazione, cooperativa etc.) purché idoneo a realizzare le attività previste dal progetto proposto. Non possono presentare domanda di candidatura associazioni, società, enti e organizzazioni comunque denominate, già formalmente costituite prima dell’invio della stessa domanda.

L’ammontare totale del contributo richiesto non potrà essere inferiore a 10.000 € né superiore a 30.000 € e dovrà essere suddiviso in:
– Spese di investimento (spese per la costituzione del soggetto giuridico, acquisto di
macchinari e attrezzature, software, ristrutturazioni funzionali) fino ad un valore massimo di 10.000 €;
– Spese di gestione (spese del personale, acquisto di materiale di consumo, acquisto di
servizi accessori, affitti e utenze) fino ad un valore massimo di 20.000 €.

Non saranno in ogni caso considerate ammissibili le seguenti categorie di spesa:
– IVA;
– Interessi passivi;
– Spese per l’acquisto di infrastrutture, terreni e beni immobili.